SISTEMA DI DOSAGGIO INNOVATIVO PER CHIPS (SCAGLIE)


NECESSITA’ DEL CLIENTE

Il cliente come obiettivo finale del suo progetto necessita di una innovativa macchina per il dosaggio di chips di cioccolato, ossia di scaglie di cioccolato; caratterizzata dalla combinazione della stazione versa sacchi e di quella di dosaggio combinate in un’unica soluzione. Tradizionalmente la stazione svuota sacchi e il dosatore sono due macchine separate e poste in posizioni differenti all’interno di una linea di dosaggio

Il nostro scopo è definire un’unica macchina in grado di svolgere sia la funzione di svuota sacchi che quella di dosaggio.


SOLUZIONE PROPOSTA

I nostri tecnici hanno sviluppato una configurazione nuova partendo dalla struttura di una stazione versa sacchi dove nella parte inferiore, al posto della tramoggia standard, è stata inserita una tramoggia dosatrice. Le analisi delle dinamiche di caricamento della tramoggia hanno però richiesto la definizione di una capacità di carico massima poiché i vincoli geometrici impattano direttamente sulla buona funzionalità del sistema. Inoltre abbiamo studiato delle soluzioni ad hoc per dividere la zona versa sacchi da quella di dosaggio mediante sganci rapidi. Questa configurazione comporta un’ulteriore beneficio legato alla semplificazione delle operazioni di pulizia del dosatore. Successivamente  ci siamo concentrati sullo studio del meccanismo di dosaggio migliore data la particolarità del prodotto da trattare. Inizialmente ci siamo indirizzati verso un sistema gravimetrico a doppio canale vibrante.

 La prima difficoltà emersa riguarda le portate, le quali richiederebbero masse vibranti di notevoli dimensioni e di conseguenza vassoi altrettanto grandi, penalizzando la precisione dell’operazione di dosaggio. Pertanto abbiamo sviluppato una soluzione migliorativa che prevede di suddividere in due aree distinte la zona di alimentazione del doppio canale e di caratterizzare i due canali con diametri differenti in modo da avere  velocità di dosaggio differenti. Questa configurazione permette di suddividere l’operazione di dosaggio in due fasi, nella prima sono alimentati entrambi i canali fino al raggiungimento di un valore soglia oltre il quale si divide alimentando un solo canale in modo da ottenere la precisione richiesta. 

Ulteriore problematica emersa riguarda la definizione del sistema di aggancio tra la sezione gravimetrica e quella fissa della macchina affinchè non vi siano vincoli meccanici che interferiscano con il buon funzionamento della prima. 

Abbiamo  studiato un sistema di accoppiamento mediante membrane, in modo da proteggere anche la zona di carico; riuscendo così a trovare la soluzione più idonea a quanto richiesto dal cliente. 


Per saperne di più contattaci via email: marketing@generaldosing.com siamo a tua disposizione.