TAGLIA SACCHI SMART COMPATTA

 

OBIETTIVO INIZIALE

Nell’obiettivo di migliorare e ampliare il nostro catalogo prodotti e soddisfare nuove esigenze di mercato abbiamo pensato allo sviluppo di una stazione taglia sacchi “smart” e soprattutto compatta. Partendo da nostre soluzioni già consolidate e analizzandone altre attualmente presenti sul mercato, abbiamo avviato una nuova fase di progettazione.

PROGETTAZIONE E SOLUZIONE PROPOSTA 

La stazione taglia sacchi è costituita da una cabina per l’inserimento del sacco, con relativa griglia di supporto, e da una tramoggia di contenimento sottostante.  Nel progetto abbiamo valutato solamente la cabina di inserimento del sacco con l’obiettivo appunto di ottimizzare gli spazi e migliorare le operazioni manuali di manovra sotto il profilo ergonomico.

La maggior parte delle macchine presenti mercato prevedono l’apertura frontale della cabina per l’introduzione del sacco. Questo implica la necessità di avere un discreto spazio di manovra nella zona antistante alla macchina. Quando questo non è possibile perché la zona deputata è piuttosto angusta o sono presenti altri macchinari a limitare l’accesso frontale può essere interessante studiare la possibilità di un caricamento dall’alto mediante un’apertura della cabina dal lato superiore. Ciò è ovviamente possibile se la zona sovrastante la macchina è libera da ingombri. Abbiamo tuttavia pensato ad un sistema di apertura dall’alto che ingombri il meno possibile e che comunque garantisca una buona ed ergonomica manovrabilità della portella di accesso alla cabina. Il nostro progetto quindi si basa sull’idea di potere inserire il sacco dall’alto nella cabina, minimizzando le dimensioni della macchina, soprattutto in altezza, in modo da contenere lo spazio richiesto non solo in fase di installazione della macchina ma anche durante il suo utilizzo. La portella, infatti, non si apre più in altezza, ma si muove secondo un cinematismo che le consente di rimanere all’interno dell’ingombro alla cabina. Il principio adottato è del tutto analogo a quello della porta basculante di un garage (a scomparsa interna). Questa soluzione tra l’altro consente una ampia visibilità di manovra poiché non è accessibile all’operatore solo la parte frontale ma anche tutta quella superiore, rendendo estremamente più agevole il posizionamento del sacco. 

Il caricamento del sacco dall’alto consente anche di potere utilizzare manipolatori pneumatici di sollevamento sacchi.

Il nostro personale tecnico, a seguito della progettazione, ha realizzato un prototipo e avviato la fase di verifica sperimentale per testare che effettivamente la soluzione sia funzionale e verificare l’eventuale possibilità di inserire opportune guarnizioni a ridosso delle pareti perimetrali della cabina e della portella di chiusura per ottenere un buon contenimento delle polveri.